EnerGemme

Il potere segreto della meditazione cristallina

Ciao! Oggi ti parlerò del potere segreto della meditazione cristallina.

Cos’è la meditazione? Che cosa succede al nostro corpo, la nostra mente quando siamo in uno stato meditativo?

Davvero si può guarire meditando con i cristalli?

 

Meditare deriva principalmente dalla parola hindi: Man (e dal latinomederi”) e uno dei significati è “guarire dentro, medicare”, riportare l’animo da una condizione di dispersione a una condizione di integrità, felicità e abbondanza.

La meditazione non è altro che uno stato di profondo rilassamento, che permette di entrare in contatto con i livelli più profondi del sé e sperimentare la coesione con tutto ciò che ci circonda.  In questo stato di veglia a occhi chiusi entriamo in uno stato cerebrale alfa che fa da ponte tra la mente conscia e quella inconscia ed è caratterizzato da una frequenza da 8 ai 13.9 hertz.

Entrando in questo stato mentale si ottiene già un effetto rilassante e rigenerante sul corpo, invece praticando la meditazione con i cristalli si può accedere velocemente allo stato cerebrale più profondo theta di oscillazione dai 4 ai 7.9 hertz, ed è una frequenza della guarigione del corpo fisico e quelli sottili.  È proprio lì, che succedono i “miracoli”! 😉

Eh … capisco il tuo scetticismo riguardo ai miracoli … anch’io all’inizio ero scettica.

Non voglio convincerti, t’invito a sperimentare.

 

Meditazione è uno stato di benessere interiore e della salute stessa.

E’ approvato dalla ricerca dell’Università di San Francisco che la meditazione rafforza il sistema immunitario, previene le malattie, combatte la depressione e attiva il cervello.

I nostri antenati invece lo sapevano fin dai tempi più remoti.

 

La meditazione fu praticata dagli inizi dei tempi e non sappiamo chi per primo a scoprire la sua potenza. I sacerdoti, gli sciamani, i guaritori dei popoli più antichi sapevano usarla per rafforzare il potere della propria Mente. Non è un caso che gli stessi si servissero anche dei cristalli come quarzo, smeraldo, rubino, lapislazzulo, granato, zaffiro per facilitare la meditazione e la visualizzazione.

Viaggiare, è proprio utile, fa lavorare l’immaginazione.
Tutto il resto è delusione e fatica.
Il viaggio che ci è dato è interamente immaginario. Ecco la sua forza.” afferma Louis – Ferdinand Céline in “Viaggio al termine della notte”.

Tutti noi abbiamo il potere della visualizzazione, è un potere innato dell’essere umano, appartiene a chiunque, l’abbiamo avuto sempre e nel momento che riuscissimo a sciogliere la presa della mente, grazie a questo potere potremmo ritornare a sperimentare la sacra unione primordiale con tutto ciò che esiste, ma prima di tutto ritornare a se stessi, guarire la separazione tra mente – corpo – spirito che è la vera causa di qualsiasi sofferenza.

 

Ogni tradizione spirituale, il buddismo tibetano, tao, zen, sciamanesimo ci insegna come grazie alla pratica si può sperimentare “la sacra unione”: percepire se stessi una goccia d’acqua dell’oceano per esempio, o una foglia sul ramo dell’albero, come un bambù che balla all’unisono della tenera brezza che lo accarezza.

Oggi invece i tempi che stiamo vivendo sono molto più veloci. La Terra stessa ci porta ad innalzare le vibrazioni e ritrovare le proprie risorse per entrare in contatto con il proprio corpo, mente ed anima e guarirli, se lo vogliamo veramente.

All’inizio, però, la nostra mente fa padrona, abituata a controllare ogni nostra mossa e ogni pensiero e fare resistenza, per questo si può facilitare il processo meditativo con la tecnica della visualizzazione supportata dall’energia preziosa dei cristalli.

In questo caso i cristalli diventano indispensabili.

 

La meditazione dei cristalli si basa sull’uso delle energie ad alte vibrazioni racchiuse nelle gemme preziose o semipreziose.  Cristalli sono gli Esseri del Regno Minerale cresciuti nel grembo della Terra e riempiti della Luce dello Spirito.

Sono esseri perfettamente equilibrati nello spirito e materia, portatori di tanta energia accumulata nei secoli, la quale liberandosi entra in contatto con il nostro copro energetico per connetterci all’energia di Luce portando un grande beneficio.

Secondo la pietra e delle sue proprietà, può aprirci alla chiarezza mentale, alla consapevolezza più alta o alla guarigione psicofisica, sbloccando le vie energetiche del nostro corpo e aumentando le nostre vibrazioni.

 

Nella meditazione dei Cristalli, grazie alla loro energia e la tecnica della visualizzazione puoi accedere al tuo Essere Divino e sprigionare il proprio potere di auto guarigione.

E se vuoi scoprire il potere segreto della meditazione cristallina, non ti resta che sperimentare! 😉

Per la prima cosa, scegli un bel cristallo. Può essere un quarzo ialino, quarzo rosa, ametista o fluorite, o altro.  Scegli il cristallo che ti chiama, che risuona dentro di te, quello che per qualche motivo ti attira in questo momento.  Dopo aver fatto la pulizia ed eventuale ricarica della pietra (guarda articoli precedenti), recati in un posto tranquillo dove nessuno ti può disturbare almeno per quindici – venti minuti, accendi un incenso e fatti accompagnare da una musica rilassante; prendi il cristallo nella tua mano sinistra ricettiva, chiudi gli occhi e … esplora: senti, vedi, percepisci tutto ciò che ti arriva dal cristallo e dalla tua anima o corpo.

 

Scarica qui la Meditazione guidata con il Quarzo Rosa, per aprire il tuo cuore ed innalzare le tue frequenze vibratorie

 

Quindi, vieni a raccontare la tua esperienza nei commenti! 🙂

Sii felice!

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *